Stanchezza invernale, come combatterla con rimedi naturali

0
51

Quante volte ci sentiamo stanchi, privi di energia e senza forze? La sensazione di essere “privi di energia” può capitarci spesso in inverno, stagione nella quale è naturale che le energie fluiscano maggiormente verso l’interno.

L’inverno per la medicina tradizionale cinese

L’inverno e i 3 mesi che lo riguardano, in medicina tradizionale cinese, si chiamano appunto “chiudere e tesaurizzare”. Nei 3 mesi invernali avvertiamo maggior necessità di riposare e di rallentare, proprio come la natura che ci circonda e di cui facciamo parte ci suggerisce. L’inverno è la stagione del risparmio, la più yin delle stagioni, il periodo in cui il seme “dorme” sotto terra, prima dell’esplosione in primavera.

Come combattere la stanchezza in inverno

In inverno, per sentirci in forma, dovremmo confrontarci e adeguarci ai ritmi naturali, rallentando e diminuendo le nostre attività per prepararci energeticamente alla primavera e all’estate. In realtà, la nostra società è strutturata in modo che si debba correre sempre, e che si debba fare tutto in velocità. Questo comporta un consumo energetico notevole che ci farà sentire sempre più stanchi e demotivati.

Quali strategie e rimedi possiamo adottare?

  • andare a letto presto, non più tardi delle 23.00: il sonno dovrà essere ristoratore e riparatore;
  • mantenere la giusta idratazione, anche se si avverte minor necessità di bere. Prediligere bevande non zuccherate e non fredde;
  • concedersi delle pause durante la giornata, lontano da PC e cellulare;
  • fare attività fisica, anche all’aperto, dove l’aria è pulita e ci sono alberi che con la loro vibrazione armonizzano e ricaricano. L’attività non dovrà essere troppo faticosa e pesante: perfette le passeggiate o pratiche di yoga e tai chi;
  • moderare la quantità di cibi yin (freddi) quali pompelmo, formaggi, yogurt, prugne, pomodori;
  • moderare anche l’uso di cibi crudi, da prediligere nella stagione calda;
  • prediligere invece cibi yang (caldi) e condirli con spezie riscaldanti quali: pepe nero, cannella, salvia e timo.

Rimedi naturali contro la stanchezza

Una consulenza naturopatica sarà in grado di stabilire che integrazione suggerire, considerando che ogni individuo è unico. Sono comunque consigliabili:

  • iperico: pianta dalle straordinarie doti antidepressive, chiamata anche pianta del sole, può essere molto utile se la mancanza di luce influisce sul nostro umore;
  • eleuterococco: pianta adattogena utile nei cali di energia, è anche immunostimolante ed energizzante;
  • integrazione di sali minerali come il magnesio, utile per il buon funzionamento del sistema nervoso;
  • vitamine del gruppo B, C e D: quest’ultima importantissima anche per il sistema immunitario.
Sono una Naturopata. Da sempre fin da bambina ho mostrato  interesse per erbe e piante medicamentose. I miei nonni abitavano in campagna e andavo a cercarle con loro. Ricordo la camomilla messa ad essiccare e poi gustata in infuso. Ho approfondito frequentando diversi seminari. Posso dire di essere riuscita a debellare l’emicrania dalla mia vita attraverso le tecniche che ho appreso. Il modo di approcciare alla vita è sempre stato importante per me. Ho conseguito il primo e secondo livello Reiki e mi sono iscritta alla scuola di naturopatia di Genova, sono affiliata all’Universite Europeenne Jean Monnet di Bruxelles. Il mio percorso è stato gratificante ma l’ho affrontato con sacrificio e grande tenacia, lavorando e studiando.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui