Riflessologia Plantare, cos’è e come funziona

agosto 23, 2018 Rimedi Naturali 0
riflessologia plantare - esisterebene

La riflessologia plantare è una tecnica, che attraverso il massaggio, fatto principalmente con i pollici, stimola punti specifici dei piedi. Si basa sull’idea che la proiezione completa di tutto il nostro corpo si concentri su alcune zone specifiche del corpo stesso. Queste zone sono definite aree riflesse e se correttamente stimolate, determinano un’azione antalgica o il recupero funzionale di un organo o il riequilibrio dello stesso.

Le aree riflesse sono ricche di terminazioni nervose, le quali hanno il compito di trasmettere dall’interno verso l’esterno e viceversa i disagi degli organi, o degli apparati. I segnali generati con il massaggio dei punti specifici vengono trasformati dalle terminazioni nervose in segnali chimici ed elettrici e inviati al cervello, il quale provvede a decodificarli e inviarli all’organo bersaglio.

Voglio sottolineare che il riflessologo non è un medico, non può, quindi, fare diagnosi, non può somministrare farmaci, può intervenire su eventuali disarmonie e riportare il giusto equilibrio nell’organismo. Questa tecnica può essere però impiegata in supporto ad una eventuale terapia medica tradizionale eventualmente in atto. Non può però sostituirle.

La riflessologia offre diversi benefici e può essere usata in svariate situazioni:

  • Migliora sensibilmente la circolazione sanguigna e linfatica.
  • Importante nel drenaggio dei liquidi;
  • Ha effetti antalgici, dona un senso generale di benessere e rilassamento.

Nello specifico può essere di grande aiuto nelle seguenti problematiche:

Controindicazioni:

La riflessologia plantare è sconsigliata in presenza di di patologie neoplastiche e nei primi mesi di gravidanza.

Si consigliano cicli di almeno una decina di sedute (da valutare a seconda di come la persona reagisce) ravvicinate un paio di volte a settimana per poi arrivare ad una. 

Per sapere di più sulla Riflessologia Plantare non esitare a chiedermi ulteriori delucidazioni.Studio di naturopatia gaia bassi vissita il sito

 

Sono una Naturopata. Da sempre fin da bambina ho mostrato  interesse per erbe e piante medicamentose. I miei nonni abitavano in campagna e andavo a cercarle con loro. Ricordo la camomilla messa ad essiccare e poi gustata in infuso. Ho approfondito frequentando diversi seminari. Posso dire di essere riuscita a debellare l’emicrania dalla mia vita attraverso le tecniche che ho appreso. Il modo di approcciare alla vita è sempre stato importante per me. Ho conseguito il primo e secondo livello Reiki e mi sono iscritta alla scuola di naturopatia di Genova, sono affiliata all’Universite Europeenne Jean Monnet di Bruxelles. Il mio percorso è stato gratificante ma l’ho affrontato con sacrificio e grande tenacia, lavorando e studiando.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *