Microbioma intestinale, che cos’è?

Maggio 16, 2019 Rimedi Naturali 0
MICROBIOMA INTESTINALE

Il microbioma intestinale è quello di cui ci occuperemo oggi. Perchè è cosi importante? Cosa fare per mantenerlo in equilibrio?


Condividi il post su:

Il microbioma è l’insieme dei microorganismi che vivono abitualmente in alcuni dei nostri organi e tessuti.

E’ un vero e proprio organo formato da microorganismi tra cui virus, batteri e miceti che si dividono in migliaia di specie diverse e che fanno di ogni individuo un essere diverso.

La salute del nostro intestino sovraintende alla salute dell’intero organismo. L’iperpermeabilità della mucosa intestinale porta ad una migrazione dei microorganismi che formano il microbioma. Essa genera una risposta infiammatoria che se protratta nel tempo potrà produrre patologie molto gravi.

Alcuni esempi di patologie possono essere:

  • la colite ulcerosa,
  • il morbo di crohn,
  • la depressione,
  • ed anche l’autismo.

Che cosa causa permeabiltà intestinale? 

Una scorretta alimentazione come ad esempio:

  • l’uso smodato di glucidi,
  • lo scarso apporto di fibre,
  • l’abuso di farmaci,
  • l’ingestione di cibi mal digeriti.

Come si forma il microbioma intestinale?

Il microbioma viene in parte ereditato dalla madre nel momento del parto e con l’allattamento e viene “costruito” nei primi anni di vita.

Proprio per questo motivo è molto importante l’alimentazione nell’infanzia perchè in quegli anni si determina ciò che il nostro sistema riconoscerà come antigene o come self.

Nei primi anni di vita il sistema immunitario si delinea a seconda del territorio in cui ci muoviamo e a seconda delle esperienze che facciamo. Questo è da considerare un passaggio molto importante e delicato.

In questi anni si costruisce la nostra capacità di difenderci dalle aggressioni esterne. Proprio per questo motivo è quindi importante far entrare in contatto i bambini con germi e batteri, contrariamente a quanto si è comunemente pensato fino ad ora.

L’alimentazione del bambino deve essere varia il più possibile per permettere al microbioma di riconoscere e assimilare i diversi nutrienti e di identificarli  successivamente come “self“.

E’ quindi efficace mangiare:

  • Frutta e verdura a Km zero,
  • possibilmente senza additivi chimici,
  • moderare l’uso di zuccheri, i quali creano fermentazione danneggiando il microbioma,
  • l’uso di cereali integrali, anzichè raffinati, andrà al contrario a nutrirlo.
  • Moderare ma non evitare le proteine animali.

Dalla buona salute del microbioma intestinale dipenderanno:

  • il buon funzionamento del sistema immunitario,
  • la regolazione del metabolismo,
  • la salute del sistema nervoso. 

La dieta e le abitudini sane sono molto importanti per mantenerlo in salute ed equilibrio. La “moderazione” e la “diversificazione” sono le parole chiave, proprio perchè appunto il microbioma è come un’organo e come tale si comporta.

Un bambino che avrà mangiato sempre e solo uno o pochi tipi di alimenti farà molta più fatica ad adattarsi e si ammalerà più facilmente.


Condividi il post su:

Studio di naturopatia gaia bassi vissita il sito
Visita il mio Mini Sito

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *