Festa Medioevale di Monteriggioni, un vero tuffo nel passato!

0
36
Festa-Medioevale-di-Monteriggioni-in-provincia-di-Siena.-2019

Anche nel 2019 ritorna la Festa Medioevale di Monteriggioni in provincia di Siena. Colgo l’occasione per condividere le informazioni per partecipare e qualche scatto fotografico che ho effettuato in qualche edizione passata.

Tantissime sono le rievocazioni storiche, quella che ogni anno si tiene a Monteriggioni però è particolarmente speciale. Un’ottima occasione per tuffarsi in un esperienza unica, per rivivere scene fedelmente ricostruite. L’atmosfera è unica nel suo genere.

| 4-5-6-7 luglio 12-13-14 luglio 2019 | 

Torna la Festa Medievale di Monteriggioni con la sua XXIX edizione; tema di quest’anno è “…La donna al tempo di Dante: Quella che ‘mparadisa la mia mente”.

 L’appuntamento è previsto per i giorni 4-5-6-7 luglio e 12-13-14 luglio 2019 a Monteriggioni. 

Con oltre 12.000 ingressi nell’edizione 2018, la festa è diventata ormai una meta d’obbligo per il turismo nazionale ed internazionale ed è riconosciuta come una fra le più importanti e longeve del nostro paese.

L’ inizio è il 4 luglio con il Banchetto medievale, evento molto suggestivo al Castello, dove si intrecciano sapori e intrattenimento. Il Banchetto sarà un magnifico prologo della festa medievale ed avrà luogo in una tra le più suggestive piazze d’Italia.

Il banchetto ripercorre la storia del Castello attraverso antiche pietanze. Una serata spensierata e in armonia durante la quale non mancheranno le sorprese. In questa edizione si terranno rievocazioni storiche tutti i giorni della festa, la ricostruzione del matrimonio al tempo di Dante e la presenza di tanti gruppi storici delle città amiche.

Grande spazio al mercatino medievale, agli artisti di strada e al coinvolgimento del pubblico, non solo visivo, ma anche esperenziale.

Fondamentale attenzione al pubblico delle famiglie, con la creazione di un luogo ideale per il loro divertimento e con spazi dedicati proprio ai bambini con giochi e narrazioni specifici.

È possibile partecipare alla grande festa calandosi davvero nel periodo, vestendosi con abiti medievali chiamando il numero: +39 3392472151 

Tutte le info ed il programma completo su:

www.monteriggionimedievale.com

Il tema dell’edizione 2019

“… La donna al tempo di Dante: Quella che ‘mparadisa la mia mente”.

Da un lato l’immagine della donna idealizzata, con caratteri angelici e capacità di salvare l’animo dell’uomo; una “donna angelo”, salvifica, che con la sua luce sana ogni imperfezione ed il cui modello è Beatrice che ha la possibilità di intercedere presso la Madonna e da lei far arrivare la sua richiesta di aiuto per Dante fino a Dio. Altri modelli sono le donne storiche, che appartengono all’immaginario individuale e collettivo: per esempio facendo riferimento alla Divina Commedia, nell’Inferno troviamo l’adultera Francesca, nel Purgatorio la casta Pia dei Tolomei e infine, nel Paradiso, troviamo solo donne che hanno raggiunto la perfezione e il cui modello assoluto è la Vergine Maria. Dall’altro lato il mondo femminile reale, in cui la donna era considerata un essere inferiore, definita dai Padri della Chiesa “la porta dell’Inferno”. La donna tardo medievale era votata a due sole attività: le cure casalinghe e la procreazione. L’educazione femminile era quasi totalmente trascurata e le ragazze vivevano sempre chiuse in casa, fatta eccezione per i momenti in cui accompagnavano la madre nella chiesa parrocchiale. La ragazza medievale viveva tutta la sua vita in sudditanza: giunta all’età giusta, se non era inviata in convento, la ragazza veniva data in sposa ad un uomo prescelto dal loro genitore, passando dalla tutela paterna a quella del coniuge.

1. Il Borgo Medioevale intatto

Monteriggioni è uno dei paesi medioevali ancora intatto. Le mura di cinta sono ben visibili dalle campagne circostanti. Il paesello fa letteralmente un tuffo nel passato in occasione della festa.

2. Esperienze #food di altri tempi

L’esperienza dello street food durante la festa è eccezionale. Molto apprezzata anche dagli stranieri. Il vino si beve nei “cocci”, il pane casareccio è accompagnato con salumi locali, anche se semplice, nel contesto della festa diventa “speciale”. Sono tantissime le proposte culinarie tipiche della zona.

3. Antiche battaglie

Le antiche battaglie medioevali, nelle quali cavalieri, soldati, guardie si sfidano utilizzando antiche tecniche ancora oggi studiate.

4. Semplici riproduzioni?

Il momento finale della lotta tra i due cavalieri.

5. I figuranti si calano perfettamente nei personaggi che interpretano

I figuranti, alla stregua di attori cinematografici, si immedesimano nei personaggi che interpretano.

6. Gli artisti di strada

Suoni festosi riempiono i vicoli del paesello.

7. Oggetti di alto valore artigianale

Molte delle armi e delle armature sono originarie dell’epoca medioevale. Altre sono ricostruzioni fedelmente riprodotte.

8. Tutte le tappe sul nostro profilo di Trip Advisor

Vai a vedere sul Nostro profilo di Trip Advisor tutte le tappe nel dettaglio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui