Come fare la raccolta differenziata nei luoghi pubblici | Lido Marajo, Cilento

0
95
raccolta differenziata lido marajo policastro

L’attenzione verso l’ambiente è sempre maggiore, si cercano sempre di più delle soluzioni al problema dei rifiuti urbani. Come sempre però sono le piccole azioni che fanno la differenza. Ecco una “tecnica” utilizzata in uno stabilimento balneare in Cilento, nel Golfo di Policastro, il Lido Marajo. Un idea semplice e geniale per fare aumentare significativamente la percentuale di raccolta differenziata nei luoghi pubblici.


Anche in vacanza non ci si può di certo rilassare, almeno per quanto riguarda l’attenzione verso il nostro pianeta. Solitamente il periodo estivo contribuisce spesso a mettere in risalto i comportamenti poco “civili” riguardo alla spazzatura.

Magicamente aumentano le classiche buste di spazzatura abbandonate nei luoghi appartati, aumentano i mozziconi di sigarette buttati praticamente ovunque. Nei luoghi turistici spesso la gestione della raccolta differenziata diventa più difficoltosa per via della maggiore mole di turisti.

Tuttavia ogni tanto appare qualche segnale di speranza, piccoli accorgimenti che fanno la differenza. Proprio mentre ero in vacanza a Policastro Bussentino, il mio amato paese natale ho avuto modo di rallegrarmi nel notare uno di questi…

Pittoresca ma efficace è la “tecnica” usata al Lido Marajo (lo steso locale che ospita il punto di Bookcrossing) per far fare la raccolta differenziata agli ospiti dello stabilimento.

Miriam, la ragazza che gestisce il Lido Marajo di Policastro è senza dubbio “una ragazza di mondo”. Sinceramente non so se è stata una sua idea o se ha preso spunto da uno dei suoi viaggi intorno al mondo… Non è importante, la cosa essenziale è che questa tecnica funziona!!!

Secchi [efficaci] per la raccolta differenziata

Esistono centinaia di tipi diversi di secchi per la raccolta differenziata, ma quelli “modificati artigianalmente” del Lido Marajo sono speciali. Solitamente per indicare come differenziare correttamente i rifiuti si usano i colori: giallo, verde, blu, marrone e grigio… Oppure le scritte: vetro, plastica, carta, secco, umido… Ma i colori, le scritte e le modalità in generale cambiano da comune a comune. A volte davanti ai bidoni si vedono scene del tipo… “E questo ora dove va?”… Il risultato? Il cittadino poco attento apre il secchio e butta il rifiuto dove capita! La plastica nella carta, la carta nella plastica, il vetro nella plastica ecc…

Un linguaggio universale, le immagini

Al Lido Marajo spesso sono uno degli ultimi clienti a lasciare la spiaggia e mi sono spesso trovato alla fine della una giornata ad “ammirare” i sacchi trasparenti pieni con spazzatura correttamente differenziata! Il metodo funziona! È un metodo banale? Si, assolutamente, però funziona.

“Prima di adottare questo sistema – racconta Miriam – a fine giornata ci trovavamo spesso a dover separare correttamente i rifiuti mettendo materialmente le mani nella spazzatura. Nel comune di Santa Marina i sacchi sono trasparenti e gli operatori della cooperativa che si occupano della raccolta porta a porta non raccolgono i sacchi di spazzatura se non sono differenziati per bene. Da quando abbiamo adottato questo metodo non è più successo”.

raccolta differenziata lido marajo policastro

Abbiamo già parlato sul blog dei cassonetti intelligenti, delle opere di sensibilizzazione attraverso delle serate informative, tutte iniziative utili per sensibilizzare i cittadini verso questa problematica comune.

In questo post ho voluto fare solo un esempio di come attraverso delle semplici idee si possa fare qualcosa per fare bene la propria parte.

È vero, i rifiuti una volta differenziati vanno smaltiti correttamente dai Comuni e dalle varie società che si occupano dello smaltimento. A mio avviso non bisognerebbe pensare sempre a quello che devono fare gli altri (Comuni, Ragione, Stato). Per prima cosa bisogna pensare a quello che possiamo fare noi, in prima persona.

Allora farai tua questa tecnica? Che ne pensi?

iscriviti alla newsletter di esistere bene

Rispondi