Come coltivare un orto biologico spettacolare, 10 regole da seguire

maggio 5, 2018 Qualità di Vita 0
orto - esistere bene

A quanto pare coltivare un piccolo orto è una cosa che fa stare bene e rilassa tante persone. Oltre ad essere un pretesto per stare all’aria aperta, da anche soddisfazioni. A chi non piace godere della genuinità degli ortaggi coltivati in maniera naturale è nel rispetto dell’ambiente. Inoltre negli ultimi anni è diventata una vera e propria moda! 

Bastano davvero pochi metri quadrati ed un pizzico di impegno per coltivare il tuo orticello. Se non hai un appezzamento di terreno di tua proprietà puoi sempre cercarne uno condiviso. Io stesso ad esempio condivido parte del mio terreno con altre 2 famiglie. Sicuramente troverai qualcuno disposto a cederti temporaneamente parte della sua proprietà. Anzi specialmente se non la usa piuttosto che tenerla abbandonata probabilmente gli farà piacere vederla coltivata.

Tanti sono i followers di Esistere Bene che coltivano un orticello, quindi perché non dare qualche trucchetto su come coltivare un’orto senza usare prodotti chimici e sopratutto per farlo in maniera sostenibile e rispettosa dell’ambiente?

Il decalogo per l’orto perfetto di Esistere Bene:

1 – Coltiva l’orto senza usare pesticidi.

Coltivare le verdure usando solo prodotti naturali vuol dire non creare danni all’ecosistema, ma soprattutto portare in tavola verdure sane. Molti dei pesticidi in commercio sono dannosi anche per gli insetti buoni come le api.

2 – Non sprecare acqua. 

Penso ormai ne avrai la testa piena, l’acqua è una risorsa preziosa! Evita di sprecarla! Utilizzare un impianto di irrigazione a goccia è la soluzione migliore, puoi utilizzare i tubi già forati, gli innesti e magari un temporizzatore, come questo ne ho 3 e te lo consiglio alla grande. Non solo risparmierai acqua ma anche tempo da dedicare all’irrigazione. Potrebbe sembrare difficile provvedere al montaggio di un impiantino ma ti assicuro che è davvero semplice. In ogni caso posso darti qualche consiglio su come faccio io! 

3 – Fai attenzione ai contenitori per l’acqua che utilizzi.

Nell’articolo I Biocidi sono tra noi, e stavano capitando per sbaglio nel mio orto!, ti ho raccontato cosa stava per succedere a me… Se puoi preferisci contenitori sicuri e possibilmente nuovi. 

4 – Le piante aromatiche sono delle alleate.

Piante come il basilico, il timo, il rosmarino e molte altre possono essere molto utili nel tuo orto. Oltre a poterle utilizzare in cucina hanno un effetto antiparassitario per via del loro odore forte. Una cosa che faccio sempre è seminare il basilico vicino ai pomodori. Solitamente uso questo sito molto comodo per assicurarmi sulle consociazioni tra le piante che non conosco e sinceramente mi trovo molto bene.

5 – Usa i metodi della nonna. 

Aldilà di tutte le guide su internet e sui libri, chiedere consigli agli anziani che hanno tanta esperienza fa la differenza. Tanti dei trucchetti che so li appresi da loro e molti di questi non li ho letti sulle guide. 

6 – La famiglia delle leguminose è preziosa.

Hanno la caratteristica di fissare l’azoto nel terreno quindi è davvero un toccasana per il tuo orto. Utili per rinnovare le colture e per iniziarle, inoltre sono ottime verdure ricche di proteine (fagioli, ceci, ecc).

7 – Preferisci il concime organico.

Se hai la possibilità di avere a disposizione del letame sarebbe la scelta migliore che puoi fare. Purtroppo averlo a disposizione sta diventando sempre più difficile. In effetti risulta comunque abbastanza scomodo da trasportare se non attrezzati con un mezzo idoneo. Preferibilmente non usare i fertilizzanti chimici, esistono tanti tipi di concimi organici bio altrettanto comodi da utilizzare.

Curiosità: Il trasporto su strada del letame può essere soggetto a specifiche normative e leggi regionali. Potrebbero essere necessari dei mezzi e delle autorizzazioni speciali per il trasporto. Quindi assicurati bene di essere in regola prima di rischiare di incorrere in qualche sanzione.

8 – Il veleno per lumache è tossico evita di usarlo.

Ci sono tante alternative naturali al lumachicida. Ad esempio si può utilizzare la cenere intorno alle piante, oppure esistono delle trappole che si riempiono di birra. Si hai capito bene “Birra”… A quanto pare alle lumache ne sono ghiotte, mica sceme… 

9 – Nell’orto si ricicla.

Tutto ciò che ti sembra inutile può avere una seconda vita. Tutto può finire in una comoda compostiera per ricavare dell’ottimo concime bio low cost.

  • Gli sfalci d’erba (se non hanno semi).
  • Ortaggi che non hai fatto in tempo a raccogliere e sono maturati troppo.
  • Le piante che hanno finito il loro ciclo produttivo.
  • Avanzi organici di cibo da casa.

10 – Prendila con Relax.

Prenderla come un passatempo è l’atteggiamento più giusto da avere. E’ vero ci vuole un minimo di costanza, ma se non ti farai prendere dalla mano e coltiverai la giusta quantità che ti serve a casa non avrai problemi a gestirlo. Come in quasi tutte le cose la costanza premia, non serve passare intere giornate ma fare piccole azioni costanti. 

Ora tocca a te condividere la tua esperienza agricola, è vero che da soddisfazioni o no? Se hai altro da aggiungere segnalamelo in qualche modo, aggiornerò prontamente il post, puoi farlo tramite i commenti o nella nostra Community, non l’hai ancora vista? Che aspetti allora!!! entra in esisterebene community

Sono da sempre appassionato di tecnologia e internet. Mi aggiorno costantemente per scoprire come sfruttare questa passione per migliorare la vita di tutti i giorni. Adoro gli animali e la natura in generale, il rollerskating, la fotografia e i viaggi, soprattutto amo avere a che fare con le persone. Una frase che parla di me? Eccola: Se non progetti la tua stessa vita, le probabilità sono che tu rientri nei piani di qualcun altro. E indovina cosa hanno progettato per te? Non molto. (Jim Rohn)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *