Attacchi di panico, Cause e Rimedi Naturali

0
56

L’attacco di panico è un disagio psichico caratterizzato da un episodio di ansia intollerabile, porta con sé  forte apprensione, paura e vero e proprio terrore. La persona che lo sta vivendo ha la sensazione che stia per accadere qualcosa di irreparabile.


È sempre più diffuso nella nostra società e può essere estremamente invalidante per chi ne soffre.

Quali sono i sintomi e come si manifesta l’attacco di panico?

  • Palpitazioni e tachicardia,
  • brividi o vampate di calore,
  • forti tremori,
  • sensazione di soffocamento,
  • dolore o fastidio al petto,
  • nausea,
  • senso di svenimento,
  • depersonalizzazione,
  • paura di morire,
  • paura di impazzire.

La parola “panico” deriva da Pan una divinità greca mezza uomo e mezza caprone che viveva nei boschi correndo e urlando, dando libero sfogo a tutti i suoi vibranti istinti legati alle emozioni più vitali come la sessualità. Il mito vuole che lui stesso al suono della sua voce si terrorizzasse!

Ecco dunque che la paura delle nostre emozioni più remote e più nascoste si fa largo e viene in superficie.

Alla base di questo disturbo c’è l’incapacità di lasciar fluire liberamente le emozioni e le energie vitali, un mentale molto rigido, l’abitudine al controllo e alla compressione delle emozioni fanno accumulare l’energia fino a farla esplodere.

Per assurdo l’episodio di panico è un evento positivo che non va combattuto ma accettato e accolto, è come una grande scossa che ha il potere di sbloccare i circuiti interrotti.

Attraverso questa tempesta la nostra anima ci sta avvertendo che non stiamo vivendo una parte importante di noi, che stiamo forse recitando un ruolo attraverso uno stile di vita che non ci appartiene, oppure che stiamo inibendo la nostra sfera sessuale.

Come ci aiuta la naturopatia?

Con la Floriterapia di Bach:

Alle prime avvisaglie Rescue Remedy, è il rimedio di emergenza formato da 5 fiori che danno un effetto calmante. Lavora sui sintomi, quindi dovrà essere accompagnato da una  composizione studiata sulla persona.

  • Rock Rose, è il fiore che aiuterà a riprendere calma, coraggio e tranquillità
  • Rock Water, è un essenza che riequilibra la rigidità e l’iper-controllo
  • Cherry Plum, aiuta a lasciar fluire le emozioni
  • Aspen, armonizza le paure indefinite, ancestrali

Il lavoro del floriterapeuta dovrà essere mirato a portare la persona in contatto con la propria anima e la propria creatività.

Con la riflessologia plantare:

Con alcune sedute di riflessologia plantare cinese si armonizzeranno le varie logge facendo fluire il qi. Si lavorerà su fegato, sistema nervoso e reni e laddove si riscontreranno blocchi energetici.

La naturopatia consiglia, anche in questo caso, uno stile di vita più a contatto con la natura:

  • Lunghe passeggiate in luoghi silenziosi (secondo la Medicina Tradizionale Cinese il sistema nervoso è strettamente collegato alle orecchie e ai reni).
  • Un atteggiamento mentale meno severo nei confronti delle aspettative potrà, inoltre essere di grande aiuto.

Per quanto riguarda il cibo vanno evitati alimenti conservati, vanno privilegiati ortaggi e frutti freschi  crudi, limitare la carne rossa,e in generale proveniente da allevamenti intensivi:  ricordiamoci che assorbiamo, non solo i nutrienti, ma anche le vibrazioni di ciò che mettiamo in bocca.

Studio di naturopatia gaia bassi vissita il sito
Visita il mio Mini Sito

Rispondi